Post con il tag: "(amore)"



di Donatella Moica. Curiosità, ma è stato l’haiku ad ispirare il libro oppure, scritto il libro, si sono cercati i migliori versi che lo rappresentassero?
Quando tutto inizia, di Fabio Volo. Silvia e Gabriele si incontrano in primavera, quando i vestiti sono leggeri e la vita sboccia per strada, entusiasta per aver superato un altro inverno. La prima volta che lui la vede è una vertigine...

Un libro di Pasquale Cavalera. Venti storie come fossero canzoni, armoniosamente lambite da una musicalità ben distinta, concepite per essere assaporate, sorseggiate, condivise, sulle quali soffermarsi con introspettiva meditazione...
Un’esistenza inquieta fatta di fughe e pentimenti e la fatica di amare perché sa che ai preti è vietato. Andrea Mauri, mickeymouse03, buona lettura! Michele (mickeymouse03) conosce in chat Francesco (itagnolo75). Tra una chiacchierata e l’altra, davanti a un monitor, i due ragazzi si innamorano. Una sera Francesco confessa a Michele di essere un prete. Gli racconta un’esistenza inquieta fatta di fughe e pentimenti e la fatica di amare perché sa che ai preti è vietato. Man mano che i due...

Un romanzo di Maria Pia Romano. Sono qui a raccontare una storia come tante, una storia d’amore. Perché me lo hai insegnato tu, siamo tutti il grande amore di qualcuno. Io sarò il tuo, per tutta la vita. Quando tu mi chiedevi di tacere io non capivo. E per tutta la vita mi sono trattenuta dal dirti che ti amavo. Perché c’è un piacere segreto in ogni confessione mancata. Può darsi che ci siano da qualche parte sulla Terra delle vite che sono silenziosamente legate le une alle altre, senza...
Un romanzo di Pamela Serafino. La fine della storia d’amore con Sara diventa per Antonio un’ossessione: ricercare la verità scavando nel profondo della sua anima. Ma, oltre la banalità del quotidiano, le verità sono inafferrabili... Forse, insieme all’amore di Sara, Antonio ha perso anche quello per la vita? Un racconto che assume i caratteri del giallo, poiché di questo genere riprende la capacità di creare attesa nel lettore, un’aspettativa condotta con ritmi serrati...

Il primo romanzo di Donatella Moica. Il titolo, ispirato a Platone, utilizza una metafora derivante un termine marinaresco desueto per raccontare quel momento della vita in cui si è obbligati a guardarsi dentro per comprendere veramente la propria natura. Il riferimento al mare non è casuale. Qui il mare ha un’accezione che esula dal semplice elemento liquido che ricopre la maggior parte del pianeta Terra. È piuttosto un elemento soprannaturale e divino. E come ogni Dio...