Castelli di rabbia

di Alessandro Baricco

 

Il primo libro di narrativa di Baricco: il romanzo è ambientato nell'Ottocento, in una cittadina immaginaria, Quinnipak; è generoso nel presentare storie e personaggi, ciascuno con i suoi sogni e caratteri.

 

E tra questi ci sono il signore e la signora Rail, che si amano di un amore tutto loro, e il bambino Penth con il suo amico Pekisch, e due bande che partono dagli estremi del paese per incontrarsi.

 

La narrazione è costruita come un montaggio cinematografico e orchestrata come una partitura musicale.

Commenti: 0