Perché un cane?

Mi chiamo Scricciolo e sono un Cavalier King Charles Spaniel, un cane affettuoso e socievole. Amo giocare all’aria aperta e dormire sull’erba scaldata dal sole. Non abbaio, non mordo e al mio padrone sono morbosamente legato. Perfetto direi. O quasi. Sì, perché sono anche un golosone, assai testardo e potrei russare mentre dormo. Anzi no, russo di sicuro e anche molto forte. Non so leggere, la carta stampata e lo smartphone non fanno per me. Eppure, a mio modo, anche io possiedo questa abilità. Non ci credete? Fidatevi, vi garantisco che interpreto in maniera impeccabile lo sguardo di chi mi ama e, come un poeta, adoro dedicargli i miei più intimi versi. La coda è la mia penna, la lingua è il mio inchiostro. In tempi remoti Re Carlo I mi scelse come suo personale cane da compagnia, ecco perché sono divenuto un Cavalier King. E ora, cari umani, vi confido un segreto. Il vostro intelletto è una sfavillante corona da Re, proteggetelo a qualsiasi costo. Abbiate sempre un ottimo libro sul comodino, sarà il Cavaliere che custodirà i vostri sogni, un fedele compagno che mai vi abbandonerà. Benvenuti tra le pagine, Storie di Libri è anche casa vostra. Prego, accomodatevi.